L’OSTERIA DI TERRA DELLA TRADIZIONE RIMINESE

Pasta fresca fatta a mano, materie prime provenienti dell’entroterra di Rimini, ingredienti presidi Slow Food e carne da allevamenti locali: le ricette della tradizione richiedono una materia prima selezionata con cura, che possa esprimere al meglio i sapori romagnoli più autentici.
In Osteria, siamo attentissimi ai dettagli infatti – testimone ogni nostro piatto, dagli antipasti ai dessert.

PASSEGGIANDO PER RIMINI, BORGO SAN GIULIANO

A chi viene dal centro storico basterà attraversare il Ponte di Tiberio; chi invece arriva dal mare dovrà risalire il Porto Canale, fino a raggiungere la sua estremità cittadina.

È proprio qui, nel cuore di Rimini, che si apre il dedalo di vie e piazzette di Borgo San Giuliano, l’antico villaggio di pescatori tra i più famosi della Romagna.

Tante delle sue case basse e colorate portano all’ingresso una maiolica con il nome della famiglia d’origine, prima proprietaria, spesso accompagnata da una breve descrizione delle sue avventure per terre e per mari.

Sparsi per il Borgo poi, gli affreschi e i murales dipinti sulle pareti delle case che ritraggono scene di vita e scorci riminesi, assieme ai più noti personaggi tratti dai film di Fellini, nonché lo stesso maestro, affezionato frequentatore di questa parte di Rimini così diversa dal resto della città.

Concedersi una passeggiata tranquilla – preferibilmente al tramonto, quando il sole regala i suoi colori e la sua luce più belli – è certamente il modo migliore per cogliere il fascino di Borgo San Giuliano, i rumori della vita più semplice, e la sua calma avvolgente.

Siamo segnalati in queste guide

TRA COLORI E MEMORIE, UN LUOGO ACCOGLIENTE E INFORMALE

Al piano terra di Via Forzieri, 12 è il verde intenso del banco del bar a dare il primissimo benvenuto agli ospiti dell’Osteria, lasciando poi spazio alla prima saletta in cui regna il grande forno a legna e la scansia dei vini. Subito dietro, si apre invece parte della cucina a vista, testimonianza che ci piace mostrarci per come siamo e come lavoriamo.

Salendo al secondo piano si accede a un’ampia sala tutta colorata, merito delle stampe Pascucci sui tanti strofinacci appesi al soffitto e dei vecchi poster pubblicitari dell’Italia del boom economico.

Tavoli e arredamento, rigorosamente in legno, riscaldano l’ambiente assieme alle lampade artigianali, ricavate da vecchi coperchi e grosse pentole in alluminio.

All’esterno invece, quando il clima comincia
ad essere mite, la piazzetta antistante l’Osteria diventa lo spazio ideale dove godersi ogni portata, cullati dalla magica atmosfera del Borgo.

Le diverse sale, unite ai posti all’aperto, possono ospitare pranzi e cene per tutte le occasioni, perché Osteria assume ogni volta il carattere di chi la vive, conservando al tempo stesso la propria natura. Un luogo allegro e genuino, per una rimpatriata tra amici.

Un luogo confortevole e accogliente, per un pranzo di famiglia. Un luogo informale ma composto, per un ritrovo tra colleghi. E infine, un rifugio intimo e discreto, per un primo incontro.